siti di monza
 
 


La Brianza è stata messa bruscamente di fronte al fenomeno delle infiltrazioni mafiose dopo il blitz dei Carabinieri (nel luglio 2010) che, dopo anni di indagini, ha permesso di smantellare una delle 'ndrine (le cellule della 'ndrangheta, la mafia calabrese) più potenti d'Italia. Nell'ottobre dello stesso anno, i militari scoprivano che nella periferia di Monza era stata uccisa e sciolta nell'acido Lea Garofalo, una pentita della 'ndrangheta scomparsa dal 2009.
La Provincia MB è stato il primo ente pubblico a reagire di fronte a questa situazione. Su sollecitazione dei gruppi consiliari PD e IDV, è stata istituita una prima commissione presieduta dal Prefetto ed una seconda coordinata dal presidente Allevi.

 
 
 

I cookies ci aiutano ad offrirvi un servizio migliore. Navigando questo sito, accettate che il sistema possa memorizzarli e leggerli sul vostro dispositivo. Per saperne di più, leggete la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.